Il laboratorio

Lo scenario e le principali politiche di riferimento nazionali e internazionali evidenziano che le “grand challenges” in materia di eHealth convergono su quattro tematiche tecnologiche principali: l’interoperabilità, necessaria per far comunicare l’esistente e per interconnettere strutture e dati garantendo sicurezza, privacy e confidenzialità; tecnologie per il telemonitoraggio e la telemedicina; tecnologie della conoscenza a supporto dei processi sanitari di diagnosi, terapia e riabilitazione per la razionalizzazione ed il controllo della spesa sanitaria; tecnologie per la medicina predittiva, finalizzate alla diagnostica precoce su base genetica.

L’Aggregazione eHealthNet intende affrontare queste sfide tecnologiche in un piano di interventi declinato su quattro aree tematiche:

  • “Tecnologie per l’eHealth interoperabile”, in cui l'Aggregazione investirà nello sviluppo di piattaforme tecnologiche e di strumenti e servizi per il collegamento in rete di tutti gli attori a vario titolo coinvolti nei processi socio-sanitari

  • “Tecnologie per l’eHealth pervasiva”, in cui verranno investigate le soluzioni tecnologiche di supporto ai processi diagnostici ed organizzativi per il miglioramento della qualità della cura e le soluzioni avanzate di telemedicina volte a favorire il decentramento della stessa

  • “Tecnologie per l’eHealth sostenibile”, in cui verranno investigate soluzioni di workflow management innovative per la razionalizzazione dei percorsi di cura, modelli innovativi di social networking per incrementare la consapevolezza (empowerment) dei pazienti, e sistemi di supporto alle decisioni per la mitigazione del rischio ed il miglioramento dei servizi di cura

  • “Tecnologie per l’eHealth preventiva”, in cui verranno investigate soluzioni per l’integrazione semantica dei dati presenti su biobanche eterogenee e distribuite, per l’individuazione di marcatori genetici predittivi di patologie tumorali e per la correlazione di dati genomici con informazioni socio-sanitarie.

Nel loro insieme, tali interventi saranno volti a concepire, impostare e costruire una “piattaforma abilitante” di servizi per l’eHealth, che consenta un passaggio da un approccio verticale, in cui gli attori coinvolti nel processo di cura del cittadino sono concentrati sui propri processi interni ed interagiscono scarsamente tra loro, ad un approccio orizzontale, una rete della sanità grazie alla quale è possibile riconnettere tutti gli attori coinvolti nel processo, abilitando lo scambio di informazioni.